exodus sostiene la campagna nessuna goccia in più dei popoli indigeni del Brasile

Tra novembre e dicembre 2019, abbiamo sostenuto la lotta dei popoli indigeni del Brasile, accompagnando la loro delegazione ufficiale nella parte finale del tour europeo, a Barcellona e Valencia (17 e 18 di novembre rispettivamente) e nella Cop 25 del Clima di Madrid (dall’8 al 10 dicembre).

Sotto il nome “Sangue Indigena. Nessuna Goccia in Più”, questo tour europeo organizzato da APIB (Articolazione dei Popoli Indigeni del Brasile) portò la voce dell’Amazzonia a 20 città di 12 paesi europei, per denunciare le “gravi violazioni” contro i popoli indigeni e l’ambiente in Brasile, dalla presa di potere del presidente Jair Bolsonaro di gennaio 2019.

La campagna è stata un appello alla difesa della terra e un’opportunità per mettere in evidenza la problematica ambientale attuale nell’Amazzonia e le minacce che colpiscono questo polmone verde planetario. “Cambiamento climatico, deforestazione, siccità, incendi. Questo per noi è il cammino verso la destruzione”, dichiara la comitiva.

Assieme ai leader di questa delegazione, tra i quali evidenziamo Sonia Guajajara – uno dei volti più visibili della lotta mondiale per l’ambiente, leader della resistenza pacifica ai piani di Bolsonaro e prima donna indigena candidata alla vice presidenza dell’Esecutivo brasiliano -, Elizeu Guarani Kaiowá – del Mato Grosso do Sul – e Kretã Kaingang Kretã – della Tierra Indígena Mangueirinha , uno dei promotori dell’Accampamento di Terra Libera di Brasilia, il forum più grande del movimento indigeno brasiliano -, ci siamo riuniti con numerose figure istituzionali: con il presidente del Parlamento della Catalogna Roger Torrent, con il Municipio di Barcellona, con il presidente de Les Corts Valencianes, Enric Morera, con la consigliera di Agricoltura ed Emergenza Climatica della Comunità Valenciana, Mireia Mollà, e con il sindaco di Valencia, Joan Ribó.

Inoltre, abbiamo collaborato con il Rototom Sunsplash nell’organizzazione di eventi pubblici per diffondere il messaggio di lotta dei popoli indigeni del Brasile. Tra gli altri: la conferenza nella sede di Barcellona della Lafede.cat (Federazione delle ONG della Catalogna), la visita della delegazione brasiliana a La Punta de Valencia, con il collettivo Per l’Horta e il prezioso sostegno di CEAR (Comisión Española de Ayuda al Refugiado) País Valencià; la conferenza nel Congresso dei Diputati di Madrid con la Coordinadora de ONGD española e Greenpeace España, e la manifestazione in difesa dei diritti umani e dell’ambiente in occasione della Cop25 del clima di Madrid, con Extinction Rebellion e Conciencia Afro.

Condividere riunioni, dibattiti, interviste, pasti, sorrisi e abbracci con persone tanto impegnate con i diritti ambientali e umani è stato emozionante e di grande ispirazione.

La lotta continua. E il nostro sostegno pure. ¡Nessuna goccia in più!

Salvare l’Amazzonia non significa salvare la vita dei popoli indigeni. Significa salvare l’esistenza dell’umanità”. Sonia Guajajara.

TIPOLOGIA DI PROGETTO
Cooperazione allo sviluppo e solidarietà

PARTNER
Rototom Sunsplash, APIB, Midia Ninja, Lafede.cat, Per l’Horta, CEAR (Comisión Española de Ayuda al Refugiado) País Valencià; Coordinadora de ONGD española, Greenpeace España, Extinction Rebellion, Conciencia Afro.

SERVIZI OFFERTI
Programmazione e gestione di eventi culturali e istituzionali a sostegno della campagna Ni Una Gota Más della delegazione di Popoli indigeni del Brasile.

Vuoi conoscere altre attività?